GROOVIN’HIGH

DETTAGLI

Featuring:

  • Kosta Ladisa | Sax
  • Roy Panebianco | Guitar
  • Sasà Calabrese | Bass
  • Saverio Gerardi | Drums

SCHEDA CONCERTO

Anche quest’anno, tra le località comprese nel Pollino UNESCO Geoparco Globale in cui risuoneranno le piccanti note del PJF figura San Basile, caratteristico borgo arbëreshë che nelle scorse edizioni ha ospitato artisti del calibro di Steve Kuhn, Robertinho De Paula, Enrico Rava e Gegè Telesforo.
Protagonisti della tappa di quest’anno, ambientata nel teatro all’aperto, i Groovin’ High, quartetto nato dall’incontro romano di due talentuosi musicisti calabresi (Roy Panebianco – chitarrista già applaudito con Gegè Telesforo, Daniele Scannapieco, Leo Corradi, Crystal White, Jenny B. ecc. – e il contrabbassista Sasà Calabrese – collaboratore di grandi nomi del jazz italiano, nonché di artisti del calibro di Mariella Nava, Mario Venuti, Joe Amoruso, Linda ecc.) con il portentoso sassofonista pugliese Costantino Ladisa (membro degli Adika Pongo e apprezzato, tra gli altri, al fianco di Niccolò Fabi, Mike Francis e Steve Khan, nonché autorevole critico musicale) e con il batterista Saverio Gerardi (Renzo Arbore, Nicola Piovani, Carmen Consoli, Franco Battiato).
I quattro, molto affiatati tra loro, daranno vita ad un concerto improntato sulla matrice funky del periodo d’oro, proponendo una rivisitazione di brani celebri dei capisaldi del groove, con in repertorio pezzi di Lee Ritenour, George Benson, Stevie Wonder ed altri ancora. Lasciando spazio all’improvvisazione e all’interplay, inoltre, il quartetto omaggerà anche i giganti del Jazz, da Miles ad Hancock, interpretandone in chiave del tutto personale brani che inevitabilmente e inconsapevolmente fanno muovere i piedi.